Lettori fissi

Archivio blog

lunedì 19 settembre 2011

le storielle della mia nonna


I FICHI DEL PARROCO


C'era una volta un parroco che aveva un orto dietro la canonica dove troneggiava nel centro una bellissima pianta di fichi. Il parroco era molto orgoglioso della pianta di fico, tanto da prestarle mille cure perché si mantenesse sempre rigogliosa. Un anno, alla fine dell’estate, fra le foglie vide due grossi fichi che stavano per maturare. Quando gli sembrò che fossero maturi chiamò il figlio di un suo parrocchiano perché i due splendidi fichi erano proprio in cima alla pianta e gli disse: "A mezzogiorno mi coglierai quei due fichi e me li porterai sopra un piatto". Quando fu mezzogiorno, il ragazzino ligio all’incarico ricevuto si arrampicò sull’albero, colse i fichi e li posò su di un piatto. Però appena se li vide davanti, non riuscì a resistere alla tentazione e mentre andava dal parroco se ne mangiò uno. Il parroco appena vide il piatto con un solo fico tuonò : "Dov’e’ l’altro fico?". "L’ho mangiato", ammise il bimbo. "Ah si? E come hai fatto?". Il ragazzino apparentemente tanto impaurito perché non aveva mai viso il suo parroco tanto arrabbiato rispose:” così “ , E preso il secondo fico per il picciolo senza sbucciarlo se lo portò velocemente alla bocca ingoiandolo in un sol boccone e bofonchiando con la bocca ancora piena di quella delizia:” ecco come ho fatto a mangiare il primo fico signor parroco  ”. Il parroco dopo un attimo di totale sbalordimento sorrise,suo malgrado alla furbizia del ragazzino, rimandando all’anno successivo il suo pranzo a base di fichi.

Nessun commento:

Posta un commento